Giochi matematici o giochi linguistici?

Risultati immagini per copertina linus
Linus

La storica rubrica dei Wutki, pubblicata sul mensile Linus dal 1966 al 1982, ospitava prevalentemente dei giochi linguistici. Una delle motivazioni era la seguente: «In genere, per i giuochi matematici riceviamo una sola risposta da una persona preparatissima, sempre diversa. L’idea di far giuochi per una sola persona è altrettanto affascinante che quella di far leggi per un solo cittadino, pratica corrente qui sul monte Camoghé, ma forse inusitata in Italia dove ci dicono che le leggi vengano fatte per nessun cittadino, ma per il solo piacere di chi le fa. Propongo un ultimo esperimento […]. Se riceveremo tre risposte o più. di tre, continueremo saltuariamente con qualche giuoco matematico. Altrimenti si chiude».

Lo scetticismo di Wutki si rivelò del tutto infondato. Dopo la pubblicazione di quel proclama minaccioso, i lettori di Linus cominciarono infatti a partecipare in massa ai giochi matematici proposti. Fu un bene, perché i problemi matemati ci che Wutki selezionava (pur se di rado) erano sempre molte interessanti, come il seguente pubblicato nel novembre 1967.

Wutki sogna di essere una mosca e di trovarsi, insieme al minac doso ragno Zrcardo, all’interno di uno stanzone largo 12 metri alto 12 metri e lungo 30 metri. Tanto Wutki che Zrcardo si trovano nel mezzo delle due pareti opposte più corte, a 6 metri quindi dalle pareti laterali. In particolare, Wutki si trova a un metro da soffitto e Zrcardo a un metro dal pavimento.

Qual è il percorso più breve che la mosca Wutki può compiere, strisciando lungo le pareti, per raggiungere il ragno Zrcardo e immobilizzarlo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *