Nella notte estiva di fuoco

Volgo lo sguardo al firmamento
Ciò che dinanzi al mio sguardo appare

È della vita il vorticoso giuoco:
La luna affoga trista, forte è il pentimento
Vedo anime tristi, morti amare

Occhi dall’anima millenaria
Più vecchia del vivere
Ma più giovine del tormento

Il sospiro si appesantisce nella rara aria
Non vi è piu nulla da temere
Di serrar nuovamente le pupille è giunto il momento.

Risultato immagini per psicologia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *